Innovazione ultra opaca

Matite Pitt Graphite Matt

A sinistra: grafite standard - a destra: matita Pitt Graphite Matt

"Matt is the new black" - ora anche per il disegno

Riduzione dei riflessi: questa caratteristica speciale è il risultato di una ricerca sviluppo di Faber-Castell che conferisce a uno strumento di base da sempre dal tratto lucido nuove sorprendenti proprietà: la Pitt Graphite Matt è la prima matita di grafite con una mina nera opaca dal colore intenso. La matita soddisfa così non solo le esigenze del settore della moda ma anche quelle più pratiche di artisti e grafici di tutto il mondo che vogliono o devono comunicare il loro lavoro digitalmente. Quando si fotografa o si scansiona un disegno realizzato con matite tradizionali, la grafite lucida crea automaticamente dei riflessi - con il risultato che la rappresentazione è parzialmente irriconoscibile e bisogna guardarla più a lungo e da diverse angolazioni per avere un'impressione completa. Questi problemi appartengono ormai al passato: la nuova matita di grafite di Faber-Castell garantisce riflessi estremamente ridotti sulla carta e quindi possibilità di riproduzione fedeli all'originale. Come tutte le matite Faber-Castell, è extra resistente alla rottura, alla luce e il fusto è verniciato con una vernice ecologica a base d'acqua. Visivamente, tuttavia, la Pitt Graphite Matt differisce dagli altri modelli: mentre le matite di solito hanno una finitura leggermente lucida, il fusto di questa matita è laccato opaco. E quindi incarna il motto "Matt is the new black".

Arte by Kelvin Okafor - Disegni a matita iperrealistici

Cosa pensa Kelvin della nuova matita Pitt Graphite Matt

Scoprire che ci sarà una matita di grafite opaca mi ha assolutamente lasciato senza fiato!

Arte by Jono Dry - disegni a matita surrealisti

Faber-Castell - Astuccio in metallo 6 matite Pitt Graphite Matt
Astuccio in metallo 6 matite Pitt Graphite Matt
11,00 €
Faber-Castell - Set met. matite Pitt Graphite Matt 11pz.
Set met. matite Pitt Graphite Matt 11pz.
19,50 €

Scopri di più

Da dove è nata l'idea di sviluppare una matita di grafite opaca?

Nell'arte la presentazione ottimale delle opere, sia fisicamente in una mostra che digitalmente su siti web e piattaforme artistiche, è molto importante. L'esposizione alla luce è una sfida ricorrente. In condizioni di luce sfavorevoli, i riflessi possono addirittura inghiottire i dettagli del disegno. Questo può accadere anche quando si digitalizzano i disegni per Internet (per esempio fotografando o scansionando). Questo problema è ora cancellato dalla matita Pitt Graphite Matt che, con la sua formula opaca, lascia poco o nessun spazio ai riflessi di luce.

Qual è la differenza tra le matite Pitt Graphite Matt e quelle tradizionali?

La matita Pitt Graphite Matt ha una finitura opaca che produce pochissimi o nessun riflesso di luce. Questo significa che nessun dettaglio del disegno si perde a causa della riflessione della luce da qualsiasi angolazione. E anche la digitalizzazione (fotografia, scansione) senza riflessi è semplice.

Quante gradazioni di durezza ha la matita Pitt Graphite Matt?

La matita Pitt Graphite Matt è disponibile in otto gradazioni di durezza: HB, 2B, 4B, 6B, 8B, 10B, 12B e 14B. Le gradazioni 10B, 12B e 14B sono nuove per la collezione di matite Faber-Castell. 

Perché non ci sono gradazioni più dure (H-6H)?

I riflessi di luce sono un problema solo nel mondo dell'arte. I disegni monocromatici in grafite hanno bisogno di molto contrasto nei toni del grigio e del nero. Per creare questi diversi toni, l'artista ha bisogno di una grafite morbida. Più morbida è la grafite, più scura e nera è la stesura del colore. Così si può creare un effetto di massima profondità. Questo non è possibile con gradazioni di durezza come H o anche più dure.

 

Dove vengono prodotte le matite Pitt Graphite Matt?

Le matite Pitt Graphite Matt sono prodotte a Stein, vicino a Norimberga, la casa madre dell'azienda, sono quindi prodotte in Germania.

Le matite Pitt Graphite Matt sono prodotte in modo sostenibile?

Sì, le matite Pitt Graphite Matt sono prodotte a Stein, vicino a Norimberga, e provengono da una produzione a impatto zero sul clima. Questo è stato confermato anche da TüV Rheinland. Il legno di cedro utilizzato è certificato PEFC e proviene da foreste gestite in modo sostenibile. Tutte le lacche e le vernici  utilizzate per le matite sono a base d'acqua e quindi ecologiche.

 

Da dove nasce il nome "Pitt"?

"Pitt" deriva dalla parola italiana "Pittore". "Pitt" è un nome protetto utilizzato da Faber-Castell per i prodotti per artisti dall'inizio del 20° secolo.